Questo sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto grafico ed il funzionamento. Maggiori Informazioni.

Ospedale Sacro Cuore Don Calabria - Journal

Journal

03/05/2018

"Come va il tuo respiro?": una ricerca del "Sacro Cuore" coinvolgerà 1.200 veronesi

Prosegue l'indagine della Pneumologia sul respiro dei veronesi: dopo lo studio di otto anni fa, lo stesso campione rappresentativo della popolazione sarà richiamato per controllarne l'evoluzione della salute respiratoria

Questa mattina a Palazzo Barbieri, sede del Comune di Verona, si è tenuta la presentazione (Photo Gallery) dell'iniziativa "Come va il tuo respiro?", lo studio epidemiologico longitudinale sulla salute respiratoria dei veronesi. L'indagine vede coinvolto l'Ospedale Sacro Cuore Don Calabria, il Comune scaligero, l'Aulss 9 con la collaborazione di Massimo Guerriero, biostatistico e docente di Statisica applicata all'Università di Verona. L'indagine ha il patrocinio della Regione Veneto e dell'Ordine dei Medici ed Odontoiatri di Verona e si avvale del contributo di Chiesi Italia, della Fondazione Cattolica Assicurazioni e di Agsm.

 

Saranno oltre 1200 i cittadini chiamati a sottoporsi gratuitamente a un esame sulla funzionalità respiratoria (spirometria), gli stessi che nel 2010-2011 avevano partecipato allo studio epidemiologico "Scopri il tuo respiro", promosso dalla Pneumologia del "Sacro Cuore Don Calabria", diretta dal dottor Carlo Pomari.

 

L'indagine di otto anni fa - pubblicata sulla prestigiosa rivista internazionale Respiratory Medicine - essendo stata effettuata su un campione rappresentativo della popolazione veronese ha permesso di rilevare che quasi un veronese su dieci soffre di malattie respiratorie croniche, risultato in linea con le altre città europee. Il "richiamo" dello stesso campione di cittadini consentirà di studiare l'evoluzione della loro salute respiratoria, fornendo dati preziosi sugli stili di vita.

 

Ai cittadini coinvolti nello studio sarà inviata una lettera di invito da parte degli organizzatori, accompagnata da uno scritto personale del sindaco Sboarina, che sottolineerà la rilevanza dell'iniziativa. Anche i medici di medicina generale dei veronesi interessati riceveranno una informativa con la quale si chiederà di favorire la partecipazione dei loro assistiti all'indagine.

Per facilitare l'adesione, ai cittadini coinvolti verranno messe a disposizione quattro sedi, con la possibilità di scegliere in quale recarsi per sottoporsi ai test: il Centro diagnostico terapeutico Ospedale Sacro Cuore di via San Marco 121 (presso il Centro Polifunzionale Don Calabria) e tre sedi dell'AULSS 9: via Poloni 1, via Del Capitel 13 e Ospedale di Marzana. I cittadini dovranno telefonare al numero indicato nella lettera di invito per prendere un appuntamento.

Alla conferenza stampa hanno partecipato Luca Coletto, assessore regionale alla Sanità, Federico Sboarina, sindaco di Verona, Marco Padovani, assessore alle Strade e Giardini, decentramento e Servizi tecnici circoscrizionali; Mario Piccinini, amministratore delegato dell'Ospedale Sacro Cuore Don Calabria; Denise Signorelli, direttore sanitario dell'Aulss 9; Carlo Pomari, responsabile della Pneumologia del Sacro Cuore Don Calabria; Claudio Micheletto, direttore della Pneumologia dell'Ospedale Mater Salutis; Guido Polese, direttore della Pneumologia dell'Ospedale Orlandi di Bussolengo; Adriano Tomba, segretario generale della Fondazione Cattolica Assicurazioni; Michele Croce, presidente dell'AGSM; Antonio Di Fiore di Chiesi Italia