Questo sito utilizza i cookies per migliorare l'aspetto grafico ed il funzionamento. Maggiori Informazioni.

Ospedale Sacro Cuore Don Calabria - Journal

Formazione

11/10/2018

Endometriosi profonda: quei segnali svelati dall'ecografia transvaginale

Si tiene al "Sacro Cuore Don Calabria", la seconda edizione del corso avanzato di Diagnostica ecografica dell'endometriosi pelvica per fornire anche allo specialista ambulatoriale gli strumenti per diagnosticare precocemente la malattia

Se l'evoluzione in senso bi e tridimensionale dell'ecografia trasvaginale ha rivoluzionato la diagnostica dell'endometriosi profonda, a fare la differenza è ancora l'occhio attento dello specialista. A lui spetta il compito, aiutato dalla tecnica, di saper scorgere i "campanelli d'allarme" di un endometrio (la cui sede naturale è l'utero) infiltrato in organi come le ovaie, le tube, l'intestino, l'apparato urinario e perfino i nervi che hanno origine nella parte terminale della colonna vertebrale. Condizione che se protratta nel tempo richiede trattamenti chirurgici demolitivi, al fine di migliorare la qualità di vita della paziente, compromessa da anni di dolori invalidanti dovuti all'improprio sfaldamento del tessuto endometriale dentro l'addome e la pelvi durante le mestruazioni.


Proprio la corretta diagnostica ecografica di una malattia, che colpisce solo in Italia 3 milioni di donne, è al centro della seconda edizione del corso avanzato che si tiene venerdì 12 ottobre all'IRCCS Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar. La giornata di studio è organizzata dal dottor Marcello Ceccaroni, direttore del Dipartimento per la tutela della salute e della qualità di vita della donna, O.U.C. Ostetricia e Ginecologia-International School of Surgical Anatomy , di Negrar, e dal dottor Luca Savelli del Policlinico Universitario Sant'Orsola-Malpighi di Bologna.

 

Anche quest'anno il programma prevede gli interventi degli specialisti, seguiti da collegamenti in diretta con gli ambulatori di ecografia e con le sale operatorie, per favorire la correlazione tra gli aspetti ecografici e anatomici degli stessi casi. Tra i relatori anche la professoressa Lil Valentin, della Malmo University (Svezia), una delle più grandi ricercatrici mondiali nel campo dell'ecografia per la diagnosi di endometriosi ed oncologica (vedi programma).

 


"Il nostro obiettivo è quello di fornire anche allo specialista ambulatoriale gli strumenti per diagnosticare precocemente l'endometriosi profonda - sottolinea il dottor Ceccaroni -. Si tratta di una malattia complessa che molto spesso si 'svela' solo se si va oltre a una falsa apparenza di normalità dei tessuti. Se non fosse così, le stime non direbbero che trascorrono in media sette anni dalla comparsa dei primi sintomi alla diagnosi. In mezzo giorni e giorni di sofferenza, fertilità spesso compromessa e spese enormi per il servizio sanitario nazionale a causa di esami strumentali inutili, quando è sufficiente un'ecografia trasvaginale. Il nostro centro dispone della più alta casistica internazionale di interventi per endometriosi severa (1.500 all'anno) e il 70% delle pazienti che giungono da noi hanno avuto una diagnosi sbagliata o sono state considerate sane".

 

 


Per migliorare la diagnostica dell'endometriosi, l'ospedale di Negrar ha acquisito un nuovo software ("Fly-Thru") che, tramite l'elaborazione di immagini ottenute mediante l'ecografia 3D, consente la ricostruzione virtuale della cavità uterina senza ricorrere ad esami invasivi come l'isteroscopia. Tramite questa tecnica è possibile studiare anche il volume delle tube, la cui riduzione o aumento può essere un segnale di malattia endometrica.


Durante il corso verrà illustrata metodica dello studio ecografico per endometriosi con riferimento ai segni ecografici certi e ai cosi detti "soft markers" - segni sospetti per la presenza di endometriosi. Questi segni di endometriosi ovarica, profonda e peritoneale possono essere valutati secondo lo schema IDEA - proposto nello studio multicentrico internazionale nel quale è coinvolto anche il Dipartimento diretto dal dottor Ceccaroni - che studia il ruolo dell'ecografia nella diagnosi dell'endometriosi e nella sua stadiazione ecografica.