Fistole anali: vengono utilizzate terapie all’avanguardia come la LIFT ed il Fistula Plug che abbinano la guarigione dalla sepsi alla conservazione dell’attività sfinterica.

Patologia emorroidaria: oltre alle tecniche convenzionali viene eseguita la THD che offre il vantaggio di curare adeguatamente il prolasso emorroidario con scarso dolore postoperatorio e la possibilità di una rapida ripresa dell’attività lavorativa.

Nella terapia dell’incontinenza fecale vengono proposte, oltre alla chirurgia (riparazione sfinterica), la neuromodulazione sacrale che offre risultati brillanti con minimo disagio per il paziente.

Anche nella terapia della stipsi colica e rettale la neuromodulazione sacrale viene utilizzata con buoni risultati.

Per la stadiazione locale dei piccoli tumori dell’ano e del retto è di fondamentale importanza l’utilizzo dell’ ecografia transanale e transrettale

Viene offerto un moderno approccio chirurgico alla terapia del sinus pilonidalis mediante tecniche chirurgiche conservative eseguite in anestesia locale, con dimissione poche ore dopo l’intervento, che consentono una rapida ripresa dell’attività lavorativa, scolastica e sportiva.

Nel prolasso rettale completo viene proposta una terapia chirurgica che a seconda del tipo di prolasso, può essere eseguita per via transanale (Delorme, Altemeier), o addominale laparoscopica (rettopessi con o senza resezione).

La collaborazione con l’Ambulatorio gastroenterologico delle malattie infiammatorie croniche(Morbo di Crohn e Rettocolite Ulcerosa) mediante la presenza di una IBD Unit garantisce il trattamento chirurgico delle affezioni anali e perianali IBD correlate.